Gadget, ovvero, ti conquisto con un regalo

Il gadget è un buon mezzo per creare un legame tra il brand e il suo destinatario e può essere determinante anche per consolidare e diffondere il riconoscimento del brand stesso. Grazie alle attuali e ultrarapide tecnologie dell’informazione, i consumatori sono quotidianamente bersagliati da messaggi provenienti dai più differenti mass media.

La regalistica aziendale è un potente mezzo di comunicazione tra l’azienda ed il proprio mercato. Una campagna promozionale su misura è come un abito di sartoria, unico e capace di esaltare al meglio la persona che lo indossa.

Tutti gli elementi importanti di una strategia marketing vincente sono associati sempre di più a oggetti pubblicitari. Il livello di apprezzamento è determinato anche dall’utilità degli articoli pubblicitari, il che determina anche il maggior riconoscimento e la memorizzazione del nome e/o del messaggio contenuto.

Penne, borse shopping, magliette, cappellini, zainetti, naturalmente stampati con logo e colori aziendali, sono tra gli oggetti più classici della regalistica aziendale. Così come agende, notebook, pratici oggetti che possono diventare estremamente personali e “accompagnare” il cliente per un intero anno.

Negli ultimi anni si è fatta largo la gadgettistica tecnologica, che conta tra i prodotti più utilizzati chiavette usb, powerbank, mini altoparlanti e tantissimi accessori per smartphone e tablet.

  • Il riconoscimento del brand
    Il gadget è un dono e, come tale, deve essere pensato, riconoscibile e gratuito. Ma quale importanza riveste un gadget all’interno di un’attività di marketing?
  • Il gadget può funzionare per migliorare la notorietà di un brand e sicuramente per aumentare il giro d’affari di un’azienda. Non sempre è facile capire il guadagno proveniente da un simile investimento e spesso il ritorno degli investimenti risulta impossibile da calcolare. Però se ad esempio ad una fiera proponiamo ai visitatori di ritirare un regalo al nostro stand in cambio dei dati per rimanere in contatto questo ci aiuta a misurare il ritorno dell’investimento.
  • Le tecniche
    Quando si decide di affidare la propria campagna pubblicitaria ad un oggetto, occorre scegliere i prodotti più adatti fra le decine di migliaia disponibili. Dal portachiavi, ad agende, blocco notes, post-it, calendari, ogni anno le case e gli uffici vengono invasi da articoli di ogni forma e fattura, su cui è possibile prendere appunti, segnarsi appuntamenti e lasciar messaggi.

La tampografia e la serigrafia per le loro caratteristiche tecniche, sono processi molto usati per la stampa sui supporti più disparati. Materiali plastici, metalli, gomme, legno, vetro, ceramica, pietra, tessuto, pelli e, ovviamente, carta e cartone, ogni superficie può essere brandizzata, quindi ogni oggetto potrebbe portare in giro il logo dell’azienda o il messaggio desiderato.
A queste tecniche si affianca la stampa digitale, che per la semplicità di impiego e la flessibilità si sta ritagliando un’importante fetta di mercato, soprattutto per la produzione di piccole quantità.

Scarica il report Gratuito

Lascia un commento

Spedizione
Italia Gratuita

Pagamento Sicuro
con PayPal